Abitudini per essere più produttivi nella quotidianità

Chi mi conosce sa che sono ossessionata dal fare di più in meno tempo possibile. Secondo me, si tratta di essere più efficiente con il mio tempo, perché amo fare liste di compiti, cancellando quelli che faccio (mi dà molte soddisfazioni). Utilizzo sempre degli strumenti di produttività nella mia attività. Un timer, per esempio, per vedere quanto tempo mi ci vuole per scrivere questo articolo e creare più spazio nella mia agenda per continuare a condividere con te ciò che imparo ogni giorno. In questo articolo voglio condividere con te le migliori abitudini e strumenti per essere più la produttivi nella quotidianità che io ho utilizzato non solo per sentirmi più efficiente, ma anche per sentirmi meglio.

Importanza degli strumenti di produttività

Il mio tempo è oro, e la verità è che dato che sono moglie, madre e una donna imprenditrice il mio tempo è molto limitato. Capire “l’importanza di delegare” è diventata la mia migliore alleata, ma anche così molte cose personali e professionali dipendono da me e, quindi, dalla mia insistenza per essere più efficiente con il mio tempo, ho dovuto leggere molto sulla produttività, guardai video, ho letto libri (questo è il mio preferito) e provai molte cose.

  • Non ti capita che arrivi la fine della giornata e senti di non aver fatto cose importanti pur avendone fatte tante?
  • Hai mai pensato di aver iniziato la giornata pensando a tutto ciò che volevi fare e hai finito per fare le priorità degli altri?
  • Non ti senti stanca di passare i compiti da un giorno all’altro perché non ci arrivi mai?
  • Hai comprato tutte le agende e nessuna ti fa sentire meglio?
  • Vai a letto pensando a tutto quello che NON hai fatto?

Così mi sentivo anch’io prima di prendere il controllo del mio tempo. L’innesco è stato Tony Robbins quando in un video ha detto “Se non hai 10 minuti per te stesso, NON HAI una vita”.

Mi sono lamentata che non avevo tempo e non riuscivo a trovare 10 minuti per me stessa; e la verità è che avevo tempo libero ma non lo investivo nel modo giusto, e ho deciso di riprendere il controllo del mio tempo e quindi della mia vita.

Consigli

La prima cosa che ho fatto e voglio che tu faccia anche tu è misurare quante ore al giorno e alla settimana trascorri sul tuo telefono. Il tuo peggior nemico è il tuo cellulare e te lo dimostrerò quando vedrai le ore, o meglio, i giorni che trascorri sul tuo smartphone.

Mi sono misurata per diverse settimane e una settimana di lavoro lontano dall’ufficio ho raggiunto ben 53 ore usando il cellulare (più di 2 giorni utilizzando il cellulare). Posso giustificarmi con gli altri, ma essendo onesto con me e con te, che mi dai il tuo tempo prezioso, la verità è che era solo il 50%-60% del lavoro, e il resto era perdere tempo a passare da un’applicazione all’altra.

L’uso dei telefoni cellulari non solo mi allontanavano dai miei obiettivi e dalle mie attività quotidiane, ma mi hanno anche fatto sentire molto stanca e persino male con me stessa. Non puoi immaginare quanto dormo bene ora perché ho cambiato il telefono per un libro, o perché la mattina ho cambiato la mia e-mail per un podcast…

Tecniche e strumenti per migliorare la produttività

Prendi nota di questi strumenti personali che puoi applicare per liberare la tua agenda aziendale e sentirti meglio:

1. Sbarazzati delle distrazioni

Se non hai la forza di volontà e cadi facilmente in tentazione, aiutati definendo delle barriere. Ci sono molti strumenti di produttività per questo. I miei sono semplici ma MOLTO efficaci. Potrebbero suonarti drastici, ma mi sento così bene che non tornerei al mio vecchio stile neanche se mi pagassero 😉

  1. Vai alle impostazioni del tuo cellulare e rimuovi tutte le bolle dalle applicazioni. Se apri lo schermo del tuo smartphone e ricevi bolle di 6 messaggi su Whatsapp e 10 su Instagram, andrai su ogni applicazione e rimarrai in un loop infinito perdendo tempo. Inoltre, mi permetto di dirti che sei sicuramente entrata tramite un messaggio di tua madre e hai finito per fare di tutto tranne che per rispondere a tua madre.
  2. Torna alle impostazioni e rimuovi tutte le notifiche push. Quindi il tuo schermo NON si illuminerà a meno che non si tratti di una chiamata o di un SMS (se qualcuno deve contattarti urgentemente, chiama o invia un SMS). WhatsApp NON sono emergenze 😉 Ho lasciato solo quelle delle banche, delle mappe, e quelle del mio calendario. Notifiche che mi portano davvero e che NON mi distraggono.
  3. Usa più orologi ed evita di toccare il cellulare per vedere l’ora. Nella configurazione del tuo cellulare o con le applicazioni su Android, puoi vedere quante volte sblocchi il tuo cellulare per usarlo. Le cifre sono allarmanti!

2. Definisci dei limiti

Il flusso è uno dei miei mantra, ma non voglio essere schiavo di app non necessarie. Ecco perché ho definito 1 ora al giorno per utilizzare Gmail, Facebook e Instagram dal mio cellulare.

Forse starai pensando: come una persona che “vive sui social network” li usa solo 1 ora al giorno, giusto? Ebbene, nel 30% dei casi devo raggiungere il limite se è davvero importante (lavoro, pubblicizzo la mia attività, pubblico contenuti, ecc.), ma credetemi, sapendo che ho solo un’ora, Faccio tutto meglio e più velocemente.

Sono ancora aggiornata con i miei amici e contatti, ma non sono una schiava e consumo solo quello che mi dà e mi fa stare bene.

Ora che ho definito i miei programmi, quando mi sveglio controllo Whatsapp e apro l’applicazione Podcast per continuare una puntata o iniziarne una nuova.

Come puoi vedere, sono passata dallo stress a nuove conoscenze e motivazioni per avere i giorni migliori.

L’e-mail, se è una priorità, lo guardo tra le 10:00 e le 11:00 e non la ricontrollo fino al pomeriggio, mi rifiuto di continuare a mettere le priorità degli altri al di sopra delle mie.

Ricorda che se è davvero importante cercheranno un modo per contattarti, e credimi che, nel frattempo, sarai più concentrata e ti sentirai ancora più libera e sollevata dalle preoccupazioni degli altri. Purtroppo TUTTO è urgente per molte persone e molte vorranno anche trasformare i loro problemi nei tuoi. Non lasciare che ciò accada e riprendi il controllo del tuo tempo 😉

Limita il tuo tempo libero con strumenti per migliorare la tua produttività.

Ci saranno sempre delle eccezioni, ma avere una limitazione ti controllerà di più e ti godrai di più la vita e le persone intorno a te nella vita reale.

Definisci i programmi per la posta elettronica e concentrati più sulle tue priorità che su altre.

 

3. Leggi

L’anno scorso non ho potuto leggere tutti i libri che volevo e ho sempre accusato la mancanza di tempo; la verità è che la colpa è stata la mancanza di organizzazione del mio tempo.

Leggere è un’abitudine molto potente, non solo ti farà sentire meglio, ma ti renderà anche più istruita e ti aiuterà a essere migliore sia personalmente che professionalmente.

Io sono di quelle che legge libri su carta, ma per alcuni è più pratico con Kindle per prendere appunti. Io sono uno di quelli che legge e crede. Leggo un romanzo e riesco a ottenere qualcosa da migliorare come persona o come azienda.

Fatti un favore: vai in libreria, inizia a indagare e comprati un libro o due per iniziare o riprendere questa importantissima abitudine.

Un’altra cosa che faccio è mettere gli audiolibri quando vado a fare la spesa da sola. Oltre a rendere quel tempo più piacevole, imparo e spendo meno (hehehe).

Stabilisci un obiettivo di lettura quotidiano e attieniti ad esso. Nel mio caso sono almeno 10 minuti al giorno, anche se come puoi immaginare ci dedico sempre più tempo perché mi attacco e mi fermo quando i miei occhi non stanno più aperti.

4. Definisci il tuo obiettivo per la giornata

Qual è il tuo obiettivo principale, cosa vorresti fare OGGI per sentirti soddisfatto/a della tua gestione del tempo?

Ogni giorno avrai dozzine di compiti, ma ce n’è uno che ti motiva particolarmente. Potrebbe essere finire un libro o qualsiasi cosa.

Definisci il tuo momento ogni giorno e attieniti ad esso. Per esempio, il momento obiettivo della giornata è stato scrivere questo blog post. In un’altra colonna ho messo tutti gli altri compiti, ma nessuno di questi mi ha suscitato più entusiasmo di questo.

Mi sono svegliato oggi con la voglia di scrivere questo post, e un’ora dopo arrivo alle ultime parole. Immagina quanto mi sento felice con me stessa! Ti invito a sentire lo stesso ogni giorno nell’adempimento del tuo compito principale e di altri compiti.

Nel mio caso, apro un taccuino e divido un foglio in due colonne e comincio a scrivere: il “momento obiettivo della giornata è:” e poi le altre attività. È la mia tabella di marcia e mi piace farlo.

E questa è la mia lista di abitudini, e perché do tanta importanza agli strumenti di produttività, perché mi aiutano a essere migliore ogni giorno e, quindi, a sentirmi meglio. Quali sono i tuoi?

Vuoi sapere come faccio questo e tutto il mio lavoro con la perfetta organizzazione? e avere i risultati che ho nel mio Team, iscriviti al mio Corso Gratuito (solo per il mio Team) e impara tutte le tecniche per avere importanti risultati nell’attività di Consulente Avon

Valuta Questo Articolo
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 3 Media: 4.3]

Se questo post ti è stato utile, condividilo con i tuoi contatti

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti se vuoi ricevere informazioni di alto valore che ti invierò Gratuitamente alla tua e-mail

Seguimi sui social per altri contenuti